IV Domenica di Quaresima – anno C

 Lc 15,1–3.11–32  Il Vangelo di questa domenica narra la storia di una famiglia che attraversa un momento particolarmente doloroso: il figlio minore ha voluto andarsene di casa, chiedendo in anticipo l’eredità.

Lontano da tutti perde tutto ciò che aveva, compresi la felicità e l’entusiasmo. Questa vicenda, fin qui tanto dolorosa, diviene però per il giovane l’occasione per conoscere veramente suo padre.

In tutto il racconto il padre, che rappresenta il Signore, ha solo atteggiamenti di misericordia: subito ha dato al figlio quei beni che ancora erano suoi e quando il ragazzo era lontano non lo ha condizionato in nessun modo, ma lo ha atteso in silenzio, con apprensione e speranza.

La vicenda di questo giovane ci interpella: quante volte anche noi ci allontaniamo dal Padre, magari con tutti i beni che Lui ci ha dato e là, lontani da tutti e da tutto, dimentichiamo il vero volto di Dio; e il disagio, il malessere, ci assale.

L’immagine di questo padre in fervida attesa acceleri i nostri passi incontro a lui, incontro alla verità e incontro al nostro bene.

Le Sorelle Clarisse di Cortona

Pubblicato in Vangelo.