II Domenica di Quaresima – anno C

 Lc 9,28-36  Il Vangelo della scorsa domenica ci aveva fatto incontrare Gesù nel deserto, oggi invece lo troviamo su un monte.

 Il monte, nell’ideale biblico, è il luogo dove Dio si fa incontrare, è il luogo della rivelazione e della preghiera per eccellenza.

Gesù conosce tutto ciò e decide di salire su un monte insieme a tre dei suoi discepoli. Arrivato lassù inizia a pregare e, proprio mentre prega, accade qualcosa al suo volto e alle sue vesti: si trasfigura, svelando così la sua vera natura umano-divina, ma mentre svela la sua vera natura svela anche la nostra!

La preghiera trasfigura anche il nostro aspetto, ci cambia nel profondo, muta i nostri modi di pensare e di vivere. La preghiera, se è preghiera vera, autentica come quella di Gesù, ci converte e così, inevitabilmente, ci trasforma.

In questa domenica chiediamoci se la nostra preghiera è vera come quella di Gesù chiediamoci se ci converte, se orienta la nostra vita, se ci trasforma, se cambia d’aspetto il nostro volto…

Le Sorelle Clarisse di Cortona

Pubblicato in Vangelo.